gimp: come installare il plugin “heal selection”

In un post precedente avevo descritto come utilizzare in GIMP il filtro “heal selection”, utile per rimuovere velocemente un elemento da una foto (qui per andare a rivedere il post). Avevo anche evidenziato che questo plugin non si trova già presente tra i filtri di GIMP, ma è necessario installarlo manualmente. Qualcuno mi ha chiesto come si esegue questo procedimento di installazione.  Di seguito ho riportato il metodo utilizzato da me, basandomi sul sistema operativo Windows che è il sistema operativo del mio computer.

La prima cosa da fare è scaricare il file, che si chiama Resynthesizer. Si tratta di un file compresso che si può trovare qui

Come si può osservare nell’immagine appena sopra una volta giunti nella pagina del file è sufficiente cliccare sul pulsante “scarica” e si avvierà il trasferimento sul computer di un file indicato col nome resynth_win_32_64.zip.
Dopo che il file è stato scaricato sarà necessario decomprimerlo, e una volta eseguita la decompressione ci troveremo una cartella che avrà lo stesso nome del file compresso (resynth_win_32_64), con un contenuto simile a quello dell’immagine sottostante

Come si può vedere osservando l’immagine, all’interno di questa cartella ci sono otto file con estensione .py, e due ulteriori sottocartelle, una denominata win32 e l’altra win64. Bisognerà entrare in una di queste due cartelle e prelevare i due file che vi sono archiviati. Scegliere quale tra le due cartelle utilizzare dipende dal sistema operativo che abbiamo installato, se a 32 o a 64 bit. Per conoscere il sistema operativo che si possiede, qualora non si fosse a conoscenza di questa informazione, è sufficiente cliccare col tasto destro sul pulsante start di windows, quindi andare sulla voce sistema. Si aprirà una finestra dove sarà indicato il tipo di sistema in uso, come si può vedere dalla foto sotto.

Ipotizziamo che il sistema operativo sia a 64 bit. In questo caso entreremo nella cartella denominata win64 e copieremo i due file che sono presenti all’interno di questa cartella

Una volta che li abbiamo copiati torniamo nella cartella superiore e li incolliamo insieme agli altri file che erano già presenti, come si può vedere in figura

Portata a termine questa operazione non rimane altro da fare che eseguire una copia di tutti e dieci i file che si troveranno in questa cartella, per andarli ad incollare in una cartella di GIMP, dove si trovano tutti gli altri file che vengono utilizzati dal programma di fotoritocco per la realizzazione dei filtri.
La cartella dove andare a copiare questi file si dovrebbe trovare procedendo nel seguente percorso:

C → programmi → gimp2 → lib → gimp → 2.0 → plug-ins

Una volta giunti nella cartella plug-ins, incolliamo i dieci file che avevamo copiato in precedenza e il lavoro è finito.

Da questo momento in poi tutte le volte che apriremo GIMP e andremo a cercare nella sezione filtri, tra gli altri troveremo anche il filtro heal selection e se ne potranno sfruttare le notevoli capacità.

Ricordarsi soltanto, qualora il software GIMP fosse operativo mentre eseguiamo questi aggiornamenti, che sarà necessario chiuderlo e riaprirlo per avere il filtro presente nella lista dei filtri.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright di Gianpietro Scalia